L'amica P.

L'amica P. è sorella dell'amica V. e dell'amica T.. E' una donna che ammiro moltissimo perché, pur svolgendo un lavoro difficile, è sempre sorridente e ottimista.

Piccoletta, con gli occhiali e i capelli lisci e rossi, somiglia molto a suo marito e parlano e gesticolano nello stesso modo. Quando si dice “chi si assomiglia si piglia”.

E' una donna serafica e pacifica ma al momento giusto ti snocciola una frase che lascerebbe secco chiunque. Adoro chi ha aspetto delicato ma nasconde un carattere forte, perché chi viene lasciato di stucco di solito è un disgraziato e se lo meritava.

L'amica P. non mangia verdure, né legumi e dorme una notte sì e due no e nonostante tutto ha ottime analisi, una pelle invidiabile, ed è sempre lucida e vigile.

Io, al suo posto, avrei da tempo subito la metamorfosi in ameba.