Faster

FasterUn tizio con quintali di muscoli addosso, di nome Driver, sta per essere scarcerato. E' nervoso e cammina come un forsennato su e giù per la cella. “Non vedrà l'ora di uscire” ho pensato “forse per rivedere la sua bella o farsi un cicchetto”. Cosa ha fatto per essere finito lì dentro non si sa...

Appena uscito dalla prigione, nel mezzo del nulla, si guarda attorno e si mette a correre come un pazzo fino a raggiungere il luogo dove qualcuno gli ha lasciato una macchina con un bel pieno di benzina e una pistola. E che vuoi di più dalla vita? Driver parte sgommando e sempre iperagitato si ferma sotto un edificio, entra in un ufficio e punta un tizio. Quest'ultimo, appena lo vede, se la fa nei pantaloni. E ha ragione! Driver senza dire una parola lo fa secco e se ne va guardando nella telecamera a circuito chiuso senza curasi minimamente del sicuro riconoscimento.

Il caso viene affidato a un poliziotto, Cop, prossimo alla pensione e tossicodipendente, quindi un tipo sul quale il cittadino può fare affidamento a occhi chiusi. Grazie a Dio, una collega lo affianca nelle indagini e non è un caso che è lei a riconoscere Driver nel video registrato durante l'omicidio.

Finalmente sappiamo che il nostro uomo e mezzo (la stazza è ragguardevole) ha meditato vendetta per tutto il periodo trascorso in gattabuia. Driver aveva aiutato il fratello per una rapina in Banca, guidando con perizia la loro auto durante la fuga e l'inseguimento degli sbirri; riusciti a non farsi beccare dalla polizia, si erano invece fatti mettere nel sacco da un altro gruppetto di persone perbene che si era impossessato del bottino. Non contenti del maltolto, uno di loro gli aveva sgozzato pure il fratello sotto gli occhi. Driver giustamente si era incazz...ops, volevo dire contrariato. Ma la rabbia non faceva in tempo a montarsi perché un altro della banda di malviventi gli aveva sparato in testa, facendolo secco. Almeno così pareva. Infatti la pallottola, entrata dalla nuca e fuoriuscita dallo zigomo, lo aveva solo fatto andare in coma. Una piccola disgrazia che di fronte alla morte sembra una botta di cul...ops, volevo dire di fortuna. Una bella placca di metallo alla testa e non se parli più...

Tornando alla nostra storia, un tizio del quale non viene svelata l'identità, ingaggia un killer, ex disabile, che uccide per un solo dollaro a colpo, per far fuori Driver. Quando si dice “lavoro per passione”. La verità è che ti chiedi se questo killer per hobby non è totalmente deficiente. Se proprio vuoi praticare attività immorali e illecite, almeno fatti pagare...Comunque, Driver spunta il nome dell'ucciso da una lista. Acutamente intuisci che deve fare fuori tutti quelli che appartenevano alla banda. Acutamente lo intuisce anche la collega del poliziotto tossico. Solo il killer per divertimento lo sa proprio e non deve intuirlo. Ma chi sarà il suo referente? Anche stavolta il dubbio mi distrugge.

Il prossimo dell'elenco di Driver è un anziano, adescatore di ragazzine, insomma un porco, che viene inquadrato sempre con la telecamera in mano. Questi aveva ripreso tutta la scena dello sgozzamento del fratello di Driver e il colpo di pistola inflitto a quest'ultimo. In pratica, un produttore di snuff movie. Contemporaneamente, Driver uccide il vecchio e il killer tenta di uccidere lui. Tutto questo nel corridoio di una palazzina. Sai che lamentele alla riunione di condominio?

Il terzo della lista è lo sgozzatore del fratello di Driver, un bel tipetto di due quintali che fa il buttafuori in un locale di terz'ordine. Il match avviene nel bagno. Driver lo accoltella. Chi di coltello ferisce di coltello perisce, giustamente. Ma prima di andare all'altro mondo, l'assassino del fratello chiede a Driver il favore di telefonare a suo figlio e dirgli che gli dispiace. Driver non si fa pregare, lo fa subito così si toglie il pensiero e non ha scrupoli sulla coscienza. Mi sembra coerente.

Il quarto della lista è un personaggio simpatico. Da individuo truffaldino e delinquente è diventato un predicatore. E' un uomo di colore; quando però vede Driver entrare nel tendone dove tiene il sermone dinanzi ai fedeli esaltati, sbianca. Ma ora lui è un uomo di fede e ben esercitato a fare le prediche. I due passeggiano sulla spiaggia, Driver è schiacciato dalle parole sul pentimento e sul perdono del predicatore, gli si legge sul viso contorto dall'indecisione. Poi a un certo punto deve darsi una mossa: spara ma volutamente lo manca. Che bravo ragazzo! Gli fa venire una strizza pazzesca ma lo grazia.

Compiuto il nobile gesto, Driver si ritira in meditazione nel tendone. Il killer per hobby lo avvicina per fare un po' di conversazione. Driver vorrebbe che questo la facesse finita perché dopo tre giorni ad ammazzare gente uno pure ha diritto a un momento tutto per sé. E che miseria! Ma questo niente, e giù a disquisire. A un certo punto...colpo di scena. Qualcun altro spara in testa a Driver. E' Cop, il poliziotto tossico. La giustizia ha fatto il suo corso. Ma ora Cop come la mette con il killer per hobby? Lo arresta? E invece no! Altro colpo di scena. I due si conoscono e dal breve scambio di parole si apprende con sgomento che il poliziotto tossico era il mandante dell'omicidio di Driver, che era stato il capo della banda antagonista a quella di Driver e di suo fratello e che proprio lui gli aveva sparato in testa a suo tempo. Cop è comunque una personcina corretta, allunga un dollaro al killer per il pagamento del suo lavoro. Ma questi, ancora più signore, rifiuta il lauto compenso, giustificandosi col dire che il dollaro lo avrebbe preso solo se avesse ucciso lui Driver. Ma visto che così non era stato...Due galantuomini a confronto...

Il poliziotto sembra sollevato perché Driver avrebbe potuto svelare la sua vera attività di malvivente, e proprio a due settimane dalla pensione! Un rischio enorme, ora sventato. Cop va a fare 4 passi sulla spiaggia, avvisa la collega pavoneggiandosi per l'uccisione di Driver e telefona alla moglie promettendole mari e monti e figurandole un quadretto idilliaco sul loro futuro di coppia. Ha appena ucciso un uomo ma adesso vuole cambiare vita, dopo tre secondi, quel che si dice un pentimento sincero.

La collega di Cop però scopre nel frattempo che nessuno aveva assegnato al poliziotto questo caso. La faccenda le puzza, giustamente. Corre sul luogo del delitto e invece di trovare Driver morto, trova il suo collega con una pallottola in testa. La famosa placca di metallo di Driver aveva assolto alla sua funzione protettiva. Certo che questi è un fortunello notevole! Ora che ha compiuto la sua missione, uccidendo l'ultimo dell'elenco, ha fatto giustizia, se ne può andare in santa pace, pentirsi per seguire la scia e cambiare vita per sempre. E che ci vuole?

La poliziotta, che aveva sospettato di Cop, avvicinandosi al corpo gli trova in mano un foglio ciancicato. La lista con i nomi della banda, la lista di Driver. Il poliziotto è tra questi. Il sospetto era fondato, ma ormai Cop se ne andato all'altro mondo...meglio far sparire il foglietto e salvare la sua memoria.

Non sono proprio d'accordo ma non c'era un finale alternativo, come è di moda adesso, quindi ci dobbiamo accontentare.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Cerchi qualcosa?

Che ore sono?

Che giorno è?

Settembre 2017
DLMMGVS
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

Suggerimenti

Tag-cloud


Spot

Social Media Links

TwitterFacebookFeed

Archivio Post

Directory Blog

BlogItalia - La directory italiana dei blog

Award Winning Voyeurism and Personal Journal Blogs - BlogCatalog Blog Directory

Miglior Blog