Shopping e follie prenatalizie nella metropoli

Mia sorella e io, ogni tanto ma sempre di lunedì, prendiamo l'autobus dalla cittadina di A. e ce ne andiamo a fare shopping folle nella grande metropoli, dove abbiamo vissuto fino a tre anni fa.

Sorvolando sul fatto che ho viaggiato in apnea perché il mio nasino era intasato come la tangenziale di Milano all'ora di punta, è stata una mattinata intensa e ricca di affari.

Mia sorella è un'abilissima contrattatrice, a differenza mia. Io sono stata capace di pagare 20 euro in Tunisia per una maglietta in puro poliestere. I Tunisini quando mi vedevano arrivare erano contenti. Sono stati offerti svariati cammelli per me che sono in carne, con le lentiggini e i capelli mossi, una dea ai loro occhi, ma soprattutto perché si potevano arricchire a mie spese.

Con mia sorella nulla di tutto questo. Alcuni anni fa in India un negoziante di tamburi la accolse affabile e con voce suadente pensando di fregarla. Lei riuscì a strappare, dopo tre ore di contrattazione, il miglior tamburo a un prezzo stracciato e poi pretese anche un regalo per sè. Il negoziante era un uomo distrutto.

Anche nella metropoli mia sorella non si smentisce. Conosce i negozietti più nascosti dove poter fare affari, conta, confronta i prezzi, tira fuori la calcolatrice, se ne va via con ottima merce e il portafogli ancora gonfio. Quando vedo qualcosa che mi interessa, con la mano mi ferma e dice “lascia fare a me...”. E infatti, ho comprato varie cosette interessanti a buon prezzo.

Fare spese con mia sorella è veramente un buon affare.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Cerchi qualcosa?

Che ore sono?

Che giorno è?

Settembre 2017
DLMMGVS
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

Suggerimenti

Tag-cloud


Spot

Social Media Links

TwitterFacebookFeed

Archivio Post

Directory Blog

BlogItalia - La directory italiana dei blog

Award Winning Voyeurism and Personal Journal Blogs - BlogCatalog Blog Directory

Miglior Blog