Ugo e la Sindrome di Stoccolma

Ugo, il cane dell'amica A., ieri è corso incontro felice al marito M., ignorando completamente la sottoscritta. E fin quì, tutto normale.

In serata, non pago di essere diventato lo zerbino dei due gatti che gli ha affibbiato come conviventi l'amica A., in realtà Noè reincarnato in una donna calabrese con la zazzera, Ugo ha fatto le fusa al marito M., strofinandosi senza vergogna ai suoi pantaloni. Sono rimasta allibita. Ugo non era mai sceso così in basso. E' plagiato totalmente da quelle due palle di pelo, autoritarie e prepotenti. Dopo averlo schiavizzato, è stato sottoposto a tecniche subliminali per soggiogare quella labile traccia di personalità che gli era rimasta. L'aspetto drammatico della faccenda è che lui sembra più felice adesso di come era prima.

Ugo, lo sai questa cosa come si chiama? Sindrome di Stoccolma.

Quando lo vedremo immolarsi al posto di uno dei gatti, la mia diagnosi sarà confermata... e manca poco, veramente poco.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Cerchi qualcosa?

Che ore sono?

Che giorno è?

Luglio 2018
DLMMGVS
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031

Suggerimenti

Tag-cloud


Articoli collegati

Spot

Social Media Links

TwitterFacebookFeed

Archivio Post

Directory Blog

BlogItalia - La directory italiana dei blog

Award Winning Voyeurism and Personal Journal Blogs - BlogCatalog Blog Directory

Miglior Blog