Dolce dormire

La filosofa Ros ha sempre sonno. Il sonno del sabato è però quello veramente micidiale, perchè è la somma dei sonni mancati, accumulati dal martedì mattina per tutti i giorni della settimana. Quando la sera lei va a nanna, solitamente mette la sveglia almeno mezz'ora prima di quando potrebbe alzarsi. Perchè, direte voi? Perchè è un bradipo masochista, è la risposta.

La filosofa Ros impiega almeno cinque minuti prima di strisciare fuori dal letto e accendere la macchinetta del caffè preparata la sera prima, per incapacità a coordinare i movimenti appena alzata. Una volta accesa la fiamma, ritorna a letto e si rialza dopo aver sentito il sibilo. Questo quando il marito M. è con lei, altrimenti il caffè è preparato dal suo amore e lei deve solo alzarsi e fare colazione, ma con calma e dopo aver pregustato il piacere di riaddormentarsi almeno un paio di volte.

Alle persone normali, la tazza di caffelatte con i biscotti è un aprire la porta alla nuova giornata, è un invito al buongiorno, è una spinta al movimento. Alla filosofa Ros serve solo quale preludio per un altro quarto d'ora di sonnellino, prima dell'abbandono definitivo dell'amato letto.

Le donne normali, prima di uscire da casa, sfaccendano e qualcuna prepara addirittura già la tavola per il pranzo o la cena. La filosofa Ros si aggira per casa al buio perchè la luce, prima che sia trascorsa almeno un'ora dalla sveglia, le produce un "effetto vampiro", e se riesce a rifare il letto è un miracolo.

Gli individui normali, talvolta, ascoltano la radio mentre si preparano per uscire, magari qualche musichetta allegra che metta di buonumore. La filosofa Ros invece detesta i rumori del primo mattino e sentire la televisione o la radio quando è sveglia da solo un'ora, è per lei una violenza insopportabile.

Le coppie normali, quando si svegliano assieme, fanno colazione e chiacchierano. Il marito M. gradirebbe tanto conversare con la sua sposa la mattina e qualche volta ci ha anche provato, ottenendo solo un grugnito e un occhietto vacuo.

Lo stato di torpore dura all'incirca un'ora, come si è già detto, durante la quale la filosofa Ros si chiude in bagno per lavarsi con una lentezza disarmante, poi guarda l'orologio e si accorge che il mitico bus 7 partirà da lì a un quarto d'ora. Quindi, afferra al volo qualche vestito, si infila le scarpe, si impiastriccia la faccia con il trucco e corre fuori da casa con un occhio truccato e l'altro no e gli orecchini disuguali.

La filosofa Ros ha sempre fatto un baffo a Paperino, ma anche in confronto a Paperoga non scherza affatto.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Cerchi qualcosa?

Che ore sono?

Che giorno è?

Aprile 2017
DLMMGVS
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30

Suggerimenti

Tag-cloud


Articoli collegati

Spot

Social Media Links

TwitterFacebookFeed

Archivio Post

Directory Blog

BlogItalia - La directory italiana dei blog

Award Winning Voyeurism and Personal Journal Blogs - BlogCatalog Blog Directory

Miglior Blog