Il calabrese per tutti. Lezione 3

Peperoncino calabreseDomenica pomeriggio in casa degli affiatati coniugi. Regnano il silenzio e una diffusa pigrizia.

Suonano alla porta. E' l'amica A. con una bustina in mano, la solita zazzera, le pantofole viole, la tuta glicine.

Dalla casa degli affiatati coniugi se la danno a gambe sia il silenzio che la diffusa pigrizia.

La calabrese purosangue, un po' rude e grezza ma tanto generosa, porta in dono ghiacciolini alcolici e plum cake libidinosissimo, gusto yogurt con pezzetti di cioccolato, dentro e sopra.plum cake doppio cioccolato

La sposa Ros e il marito M. non si fanno pregare. L'una corre a prendere i tovaglioli e l'altro il coltello per affettare il dolce. E dire che la coppia aveva finito il pranzo da un'ora.

L'insegnante di calabrese A. spiega nella sua lingua come ha ottenuto i deliziosi ghiaccioli: "Di base ci sono arangi e limuna spremuti. Procedimento: allura, si spreminu arangi e limuna e si cacciano i stogghjia; i limuna vanno sduciuti pecchì sunnu agri. Nommu 'nziammadiu i 'mbiscati!!!".

Per sottolineare l'importanza di questo incomprensibile avvertimento e per tenere alta la tensione e il livello di attenzione, l'amica A. guarda con severità i due dinanzi a lei e fa una lunga pausa. Meglio di un'attrice navigata, l'amica A....

Indi prosegue "poi i mentiti 'nte bicchiereglia i plastica e i dassati 'nto congelatori u si ghjiaccianu. Quandu poi veni a staggioni vi mangiati comu voliti vui. Si poi siti 'mbiacuni calatinci nu pocu i amarettu o limoncellu 'nta spremuta".

Ghiacciolini alcoliciCala il silenzio. Gli affiatati coniugi si guardano; hanno ascoltato con tale concentrazione per non perdere il significato di ogni singola parola, che alla filosofa Ros le è preso all'istante un mal di testa micidiale. Inoltre, il terrore di una domanda a trabocchetto non è ansia da poco.

Dopo pochi secondi l'amica A. ha afferrato un ghiacciolo, lo ha sollevato e ha gridato "bonu viaggiu!!!". E giù di un colpo il primo morso al ghiacciolino gusto arancia/amaretto.

Con discreta fatica gli affiatati coniugi, sotto le direttive della loro insegnante A., hanno tradotto la procedura per ottenere i gustosi ghiaccioli alcolici calabresi (tra l'altro, davvero niente male):

1) “Di base ci sono arance e limoni premuti. Procedimento: allora, si comincia con una premuta di arance e limoni, togliendo i noccioli. Ai limoni va aggiunto lo zucchero perché sono aspri. Fate la massima attenzione a non mischiare i due succhi!!!”.

Pausa intimidatoria.

“Poi si versa il liquido nei bicchieri di plastica piccoli e si lasciano nel freezer a solificare. Con l'arrivo dell'estate li potete mangiare (o bere) come più vi piace. Se poi siete un pochino alcolizzati aggiungete dell'amaretto o del limoncello al succo di frutta”.

Regola grammaticale calabrese della lezione odierna: il termine vi mangiati è riferito in maniera indistinta anche al bere. Un po' come per il greco antico, una parola, vari significati. Per la traduzione dovrete aiutarvi con il senso della frase.

2) bonu viaggiu = prosit.

Vi posso assicurare che l'amica A. bonu viaggiu lo dice spesso, forse troppo.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Cerchi qualcosa?

Che ore sono?

Che giorno è?

Giugno 2017
DLMMGVS
123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930

Suggerimenti

Tag-cloud


Articoli collegati

Spot

Social Media Links

TwitterFacebookFeed

Archivio Post

Directory Blog

BlogItalia - La directory italiana dei blog

Award Winning Voyeurism and Personal Journal Blogs - BlogCatalog Blog Directory

Miglior Blog