Ros, sull'onda dei ricordi, vi augura buon 2013!!

Auguri di cuore a tutti voi!!Ieri mattina la filosofa Ros si è alzata contenta. Uno splendido sole l'ha accolta in cucina, dove ha potuto consumare la sua parca ... ehmmm ... colazione con il suo amore, cosa che purtroppo non capita tutti i giorni.

Dopo aver risistemato il piano di sotto, insieme sono saliti in mansarda e hanno pulito anche questo piano, con un po' di musica a far da sottofondo alla loro conversazione.

Non è meravigliosa la domenica, quando si ha tempo, tempo libero per fare insieme alla propria metà progetti e qualche chiacchiera, anche un po' frivola?

Il pomeriggio, allietato dalla visita degli storditi senior, alias madre e padre della Ros-sastra, ha rivisto la chef di nuovo all'opera per anticipare qualche pietanza per l'ultima sera dell'anno filosofico, che si prospetta allegra e piacevole.

La Ros adolescente invece ha sempre vissuto l'ultima notte dell'anno come uno strazio, se si trattava di uscire. Lei ricorda quando, parecchi anni fa, al top del suo masochismo, si autoinfliggeva il supplizio del veglione di Capodanno, e tirava a far mattina con il suo gruppo di amici.

Tornata a casa, puntualmente si chiedeva il perchè di tale tendenza autodistruttiva e siccome non c'è mai stata tanto con la testa, non si addormentava fino a quando non portava a termine una seduta di psicoterapia con il suo Super Io. "Perchè? Perchè lo fai, maledetta? Lo sai che ti schianta questa nottata. Qual è il recondito motivo di tale accondiscendenza a questa consuetudine che ti ripugna?". Riappacificatasi con sè stessa, prendeva sonno e si fiondava impunemente fra le braccia di Morfeo.

La Ros-sastra al veglione era un efficace esempio di personalità disturbata.

La tizia, sempre con il suo cespuglio scomposto in testa, si lasciava trascinare dalle amiche e dagli amici nelle mecche del divertimento. Stretta nel suo cappottino, trascorreva la prima parte della serata guardando nervosamente e a ripetizione l'orologio, per verificare in quanto tempo sopraggiunge un'eventuale morte per ipotermia e quanto per soccombere alla noia, e quale delle due fosse più rapida. Attorno a lei, bengala e fuochi d'artificio. Giunti in un locale, assieme all'altra metà della città, tutti saltellavano, cantavano e si sfrenavano con balli smodati. Lei si lanciava nella mischia perchè, non lo crederete, la Ros-sastra ha un discreto senso del ritmo, essendo stata in un'altra vita una danzatrice del ventre ciccettina. Scuotendo la sua folta chioma, ancheggiando e sorridendo, fingeva di lasciarsi trasportare dalla folla per cercare invece un angolino dove pisolare ma, maledizione, c'era sempre qualcuno che veniva a cercarla. Poi, scattava l'ora più temuta. Il trenino!! Al rito del giro della sala aggrappata a qualcuno, la filosofa non si è mai piegata. Lo giura sulla Critica della Ragion pura di Kant, bibbia degli schizzati come lei.

Quando più della metà dei ragazzi cadeva addormentata e la Ros-sastra era sul punto di una crisi isterica, c'era la solita proposta che lei era terrorizzata di sentire e che puntualmente arrivava: "andiamo a vedere l'alba!!!". La filosofa, al centro del gruppo, alzava un dito e gridava "ma c'è tutti i giorni!!!! ". Chi se la filava? Nessunoooo! Mentre tutti si precipitavano nelle rispettive auto, lei rimaneva con il dito alzato. Attorno, il vuoto.

Sorto il sole, c'era la tappa finale, quella del "andiamo a mangiare i cornetti caldi!!!". Tutti a correre verso il primo bar aperto. Ora la Ros apre un inciso sul cornetto caldo. Il suddetto dolce mattutino è solitamente preparato con pasta sfoglia o pasta brioche. In entrambi i casi i ripieni sono di tre tipi: marmellata, crema o cioccolato. Sempre e comunque, un cornetto mangiato caldo è come la fiamma su una miccia. Dopo mezz'ora devi essere a casa tua. E il bagno deve essere libero. La Ros ha sempre pensato che chi propone queste micidiali colazioni abbia dei problemi di stipsi. Ma allora che ci vada da solo al bar!!! Ahahah!

Chiuso il capitolo dei ricordi, la Ros, che stamattina è alla sua postazione nel Tempio della Bellezza e del Benessere, si accinge a festeggiare l'ultima notte del 2012 con suo marito e gli amici calabresi purosangue, A. e G., con i quali condividerà una cena al limite del ricovero ospedaliero, a giudicare dal menu stilato dalla donna con la zazzera e il peperoncino in tasca, e giocherà fino al mattino. E il gioco di società, qualunque esso sia, per la filosofa è una cosa serissima.

Nel calore delle loro case, perchè due piani li dividono, loro 4 rideranno e scherzeranno fino a quando il sonno non avrà la meglio su di loro. E conoscendoli, ciò non avverrà molto presto.

La Ros-sastra chiude questo post, l'ultimo dell'anno, con una considerazione, un augurio e un ringraziamento.

La considerazione è che lei è una donna fortunata perchè ha persone che le vogliono bene e per di più sono davvero tante, tantissime; tra queste, le nuove amiche e i nuovi amici che ha conosciuto grazie allo strabiliante mondo della rete. C'è qualcosa che ci rende più ricchi dell'affetto e dell'amore che si ricevono? Per la Ros assolutamente no.

Cosa si augura la filosofa per il 2013? Lei ha tanti progetti, vorrebbe realizzarne almeno qualcuno, senza grandi pretese, e desidera la magia del cambiamento. Un nuovo volto della politica, una ripresa, una speranza, un'apertura delle menti, che faccia considerare una ricchezza la diversità fra gli individui e porti al rispetto degli altri e alla democrazia. E' banale? Forse, ma lei lo chiederà al suo Dio con un'intensità più forte del solito. Magari, visto che non ci sarà il frastuono di una discoteca, Lui la sentirà meglio ;-).

Il ringraziamento è per Ata :-), che ha voluto chiudere l'anno con un delizioso post in cui l'odalisca Ros ha un ruolo di punta. Accidenti, la filosofa immaginata a fluttuare come un genio, a conversare con la sua amica dell'antica Grecia, di Socrate e di Platone, a invitarla al Tempio della Bellezza e del Benessere. Ahahah! Un regalo meraviglioso e divertente, Atina!!! I regali preferiti dalla Ros-sastra sono questi, quelli briosi, allegri e fatti con il cuore! Grazie cara amica! Ti ringrazio con tutto il cuore e ti auguro un anno bellissimo!

E tantissimi auguri anche a voi tutti, cari amici e amiche! Ci si rilegge l'anno prossimo!

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Cerchi qualcosa?

Che ore sono?

Che giorno è?

Giugno 2017
DLMMGVS
123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930

Suggerimenti

Tag-cloud


Spot

Social Media Links

TwitterFacebookFeed

Archivio Post

Directory Blog

BlogItalia - La directory italiana dei blog

Award Winning Voyeurism and Personal Journal Blogs - BlogCatalog Blog Directory

Miglior Blog