E' tornato super Mario...!!

Il pino che la Ros vede dal terrazzo della camera da lettoLa giornata di domenica, nel comune di S., è stata magnifica.

Un po' di venticello ma un sole caldo, caldo, caldo ... sembrava primavera inoltrata! Non è un caso che i ciliegi stiano iniziando a germogliare.

La Ros vi ripropone alcune foto scattate lo scorso anno, tra cui il pino che vede dalla sua camera da letto, il panorama da casa sua e il ramo di ciliegio che sta già mettendo le gemme e che a breve farà i frutti.

Quest'ultima foto fu scattata a fine aprile, infatti ci sono già i frutti del ciliegio, benchè  ancora verdi.

Bene, il suddetto ramo insidia i fili del bucato ros-sastro e lei lo può toccare mentre appende con le mollette i suoi vestiti ... invece di lanciare la cesta e il detersivo per aria e andare a fare una spensierata passeggiata!

Lei detesta il suo senso del dovere, ve lo ha mai detto?

La Ros ha iniziato le pulizie di primavera (a morte! A morte! A morte!), alias lavaggio persiane e di tutto il lavabile presente in una casa di due piani. La lavatrice gracchia ancora adesso, poveraccia. Le operazioni sono state svolte come al solito con veementi lamentele e imprecazioni sparse.

Il marito M. invece ha indossato la sua meravigliosa tuta da super Mario e ha iniziato a trasportare legna dal garage ad uno dei terrazzi di casa. Dopo un quarto d'ora la massaia Ros ha visto volare la tuta del suo sposo che, con la fronte imperlata di sudore, ha dovuto cambiare abbigliamento, indossando un jeans e una maglietta a mezze maniche.ramo di ciliegio

"Stavo per liquefarmi..." ha bofonchiato alla sua metà, intenta a stirare una pila di bucato. Il venticello e il sole assieme sono una combinata micidiale; i panni stesi si asciugano rapidamente e l'asse da stiro prende il posto di un bel lettino per prendere il sole e oziare fino a sera. Un giorno la Ros pubblicherà il libro Come indurre al suicidio il vostro senso del dovere. Purtroppo per ora è molto indietro con le bozze....

Mentre lei armeggiava con il ferro, aveva modo di osservare suo marito al lavoro. Già in un altro post di qualche tempo fa, la Ros ha spiegato come la sua metà, uomo pignolo e metodico, affronta i lavori del fai da te, in quel caso il rivestimento dei due camini. Anche in questa occasione, lui ha affrontato il progetto da realizzare con precisione. Si è seduto a gambe incrociate sul pavimento, ha analizzato la situazione e ha elaborato un disegno, con tanto di millimetriche misurazioni e analisi delle varie possibilità. Poi ha infilato i guanti e ha iniziato a segare assi, ad avvitare e ad agganciare.

La Ros un paio di volte lo ha chiuso, per distrazione, solo per distrazione, fuori al terrazzo e lui ha dovuto bussare al vetro per buoni dieci minuti, prima che lei se ne accorgesse :-D. A voi non capita mai di essere distratte?

panorama dal terrazzo della RosGiunti alle 17, entrambi distrutti, i due sposi hanno riservato le due ore che li separavano da un'uscita a cena con la famiglia, ad un po' di meritato riposo. La Ros ha ripreso i suoi lavori con il feltro, ultimando un delizioso porta cellulare gufesco, che presto vi mostrerà, distesa sulla sdraio, con i piedini sollevati e un bel bicchiere di succo d'arancia a lato, mentre il marito M. è salito in mansarda per schiantare i suoi muscoli fin troppo tesi con un po' di ellittica, e perchè no, due pesi. Il mondo è bello perchè è vario...

Dopo una bella doccia, i due sono stati a cena in un locale molto carino con la famiglia, ma soprattutto con il nipotino L. che, generosamente, ha omaggiato tutti della sua saliva, bavando su ogni singolo oggetto a portata di mano e di bocca, munita di due soli dentini.

La Ros resta sempre stupita di come il piccolo prenda con delicatezza, benchè con le sue ditine grassocce, una ciocca dei lunghi capelli zieschi, la osservi con attenzione, portandola a pochi centimetri dai suoi occhi e rigirandosela fra le manine, come a scrutarne ogni dettaglio e sfumatura, e poi, a rallentatore, tentare di mettere in bocca anche quella. La zia è lesta nell'impedirglielo e lui, dopo un momento di incredulità, in cui pensa "ma come osi, tu ... ziastra ... sottrarmi l'oggetto del desiderio che ho puntato e opportunamente scelto?", manifesta la sua contrarietà accigliandosi e ritraendosi offeso. E ignorandola per buoni cinque minuti successivi all'affronto, trascorsi i quali la cerca con gli occhietti vispi e le fa un sorrisetto malizioso e provocatore. Gioia della zia!

La Ros-sastra sa che ha lasciato in sospeso un punto del suo resoconto del fine settimana. Il progetto che il marito M. si sta accingendo a terminare....per ora lei vi dice solo che 1) già adora questo oggetto 2) che è molto più alto di lei 3) che è solido e poco propenso al volo :-D.

Secondo voi ... di cosa si tratta?

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Cerchi qualcosa?

Che ore sono?

Che giorno è?

Aprile 2017
DLMMGVS
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30

Suggerimenti

Tag-cloud


Articoli collegati

Spot

Social Media Links

TwitterFacebookFeed

Archivio Post

Directory Blog

BlogItalia - La directory italiana dei blog

Award Winning Voyeurism and Personal Journal Blogs - BlogCatalog Blog Directory

Miglior Blog