Parmigiana di melanzane "massiccia"

La parmigiana di melanzane è uno dei più goduriosi ripieni che si possano immaginare per un panino.

La chef Ros ha provato molte versioni della parmigiana di melanzane. Bianca o con il pomodoro, con la melanzana fritta semplicemente o prima immersa nell'uovo e poi fritta, con la mortadella o senza.

Insomma, tante varianti e tutte buonissime.

Oggi lei vi propone la sua versione "massiccia" della parmigiana di melanzane.

Ovviamente la cara ragazza le ha provate tutte, ma non saprebbe dirvi quale le piace di più. Lei di solito le prepara a rotazione.

Dunque: acquistate le melanzane scegliendole da sole. Devono essere sode, soprattutto dove c'è il picciolo. La Ros-sastra predilige acquistare gli ortaggi nella loro stagione quindi adesso è già tardi ma provate questa ricetta a giugno prossimo e poi le direte.

Sbucciate le melanzane e affettatele mettendole a perdere l'acqua amarognola con del sale grosso. Poi asciugatele molto bene.

Nel frattempo avrete preparato una salsa di pomodoro semplice, con un po' di cipolla e aglio in pochissimo olio di oliva e con aggiunta di basilico e sale. Ora, preparatevi alla frittura.

Si apra l'inciso: ode alla frittura. Sì, lo sappiamo...fa male al fegato e fa ingrassare ma la filosofa Ros pensa che, di tanto in tanto, il fegato deve avere una scossa altrimenti si indebolisce e tutti noi diventiamo degli smidollati, inoltre...è troppo buona. Fine.

Ritorniamo alla ricetta. Coprite di farina le fette di melanzana poi immergetele nell'uovo. Quando saranno integralmente dorate, friggetele in olio caldo. Quando avrete fritto tutte le fette, che durante l'operazione saranno state stese sulla carta assorbente per assorbire l'unto in eccesso, provatene una e già così sono buone da svenire.

Scegliete una teglia da forno. Copritene il fondo con un po' di salsa di pomodoro, poi disponete nello stesso verso alcune fette di melanzana, poi salate, mettete altra salsa di pomodoro, uno strato di parmigiano e mozzarella a pezzetti. Meno uno, che assaporerete a lungo.

Cucinare e non assaggiare è una perversione, secondo una famosa legge Ros-sastra.

Mettete il secondo strato di melanzane nel verso opposto al primo e continuate fino a esaurimento degli ingredienti.

Infornate fino al profumino e alla crosticina in superficie.

E' buona calda, caldissima, tiepida, fredda, freddissima. La potete congelare oppure mangiarla tutta fino a scoppiare.

La filosofa opta sempre per quest'ultima possibilità...

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Cerchi qualcosa?

Che ore sono?

Che giorno è?

Agosto 2017
DLMMGVS
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031

Suggerimenti

Tag-cloud


Spot

Social Media Links

TwitterFacebookFeed

Archivio Post

Directory Blog

BlogItalia - La directory italiana dei blog

Award Winning Voyeurism and Personal Journal Blogs - BlogCatalog Blog Directory

Miglior Blog