Istanbul. 6.a parte. Santa Sofia

Terminato lo scorrazzamento nei Bazar, i 4 viaggiatori decisero di dedicarsi alle Moschee. Che novità..! Mancavano all'appello due delle più "in", Santa Sofia e la Moschea di Solimano.

La prima si trova di fronte alla Moschea Blu. Quest'ultima è un luogo di culto e quindi è sempre aperta, ma i turisti possono accedervi solo al di fuori dell'orario delle funzioni religiose; Santa Sofia invece, detta anche Chiesa della Divina Sapienza, ha gli orari di un Museo ed è aperta al pubblico solo per le visite turistiche. Il giorno precedente i 4 avrebbero voluto entrarvi ma sarebbe stato possibile solo scavalcando il cancello. Dopo un brevissimo consulto, essi convenirono che, forse, rischiare la galera in Turchia era troppo e che aspettare il giorno dopo sarebbe stato più saggio.

Ecco alcune foto di Santa Sofia. L'interno è maestoso, come spettacolari sono i mosaici bizantini sulle pareti superiori. Molti di essi la filosofa Ros ricordò di averli visti sul libro di storia dell'arte del liceo. Un'emozione non da poco...!!

Dopo circa un paio d'ore, l'amico G. cominciò a farfugliare strane frasi ai suoi compagni di viaggio:

"Certo che abbiamo fatto colazione da più di tre ore...come passa il tempo...!".

"Accidenti, la Moschea di Solimano è in cima a una collina. Sarà una faticaccia arrivarci, considerando che la colazione l'abbiamo digerita da un pezzo!".

"Quanto abbiamo camminato...avremo bruciato proprio un sacco di calorie!".

"Voi non sentite freddo? Certo, qualcosa di caldo ci aiuterebbe...".

La filosofa Ros pose al caro amico una domanda esistenziale:

"Hai per caso fame, amico G.? Se vuoi, possiamo cercare un posto dove fermarci...".

"Ehi, ragazzi...! Fermatevi! La viaggiatrice filosofa Ros ha fame, si sente debole, ha freddo, è stanca...propone di fermarci a mangiare qualcosa. Io sarei d'accordo! E voi? Poverina, sei pallida...davvero!".

La filosofa Ros alzò la mano e disse:

"Io voto sì. Grazie per esserti preoccupato per me, amico G., per questo sacrificio a cui ti sottoponi. Sei veramente disinteressato e generoso. Grazie amico G....".

Il pranzo fu veramente turco. I 4 cercarono un locale frequentato solo da abitanti del posto e mangiarono delizie di cui la filosofa viaggiatrice Ros non ricorda un granché. Ricorda invece la faccia soddisfatta dell'amico G. e del marito M., e i tentativi dell'amica finta turca A. di nascondere la Guida di Istanbul agli occhi degli altri avventori, per non vedere crollare la sua copertura.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Cerchi qualcosa?

Che ore sono?

Che giorno è?

Aprile 2017
DLMMGVS
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30

Suggerimenti

Tag-cloud


Articoli collegati

Spot

Social Media Links

TwitterFacebookFeed

Archivio Post

Directory Blog

BlogItalia - La directory italiana dei blog

Award Winning Voyeurism and Personal Journal Blogs - BlogCatalog Blog Directory

Miglior Blog