Istanbul. 12.a parte. I dervisci

Ultimato il giro nel Bazar del libro e dopo essersi addentrati in ogni anfratto del centro di Istanbul, i 4 si dichiararono sfiniti. Eppure c'erano ancora due eventi in programmazione prima del rientro in hotel ed era presto per entrambi. Cosa fare nel frattempo? Bere un té, ovviamente.

Un bar a due piani, vicino alla meta successiva, fu preso d'assalto dai fantastici 4, desiderosi di riposo, di un dolcetto tipico e di una bevanda calda. I gestori del locale tentarono di affrettare in ogni modo possibile la consumazione dei 4 che, invece, dovendo attendere più di un'ora, iniziarono a sorseggiare i loro té con una lentezza snervante per chi li osservava. Un cucchiaino di té alla volta, un morsettino al dolcetto ogni quarto d'ora, movimenti da bradipi. Ben presto, i proprietari capirono che era meglio ignorarli. La filosofa Ros si arrese a sua volta e ordinò anche lei un té, ma sempre dopo una prima cioccolata calda, ovviamente. Quando finalmente i 4 sloggiarono, il personale corse a togliere le ragnatele dalle sedie e tirò un sospiro di sollievo.

I 4 amici, ansiosi di assistere allo spettacolo dei dervisci rotanti, avevano acquistato i biglietti presso un Centro culturale splendido, situato nei pressi del porto. Frutto del magnifico restauro di un antico Hammam, il Centro HodjaPasha accolse i colti viaggiatori con pasticcino zuccherosissimo e té alla menta. La filosofa Ros, dopo tutto questo té, iniziò ad avere le palpitazioni e sottoscrisse un abbonamento per il wc. Iniziato lo spettacolo, l'agitata Ros si calmò e si lasciò coinvolgere dall'atmosfera; lei, che durante i viaggi si trasferisce nella sua esaltante e magnetica realtà parallela e quindi vive quei giorni in assoluto ottundimento, per poco non cadeva in trance assieme ai dervisci. L'amica finta turca A., per dare prova di essere del posto, avrebbe danzato anche lei, se glielo avessero chiesto. I colti danzatori turchi non lo fecero e persero una magnifica occasione...Per darvi un assaggio di questo spettacolo stupendo, beccatevi questo link!

Usciti dal centro culturale, il marito M. e i cari amici A. e G. si assicurarono che la svampita Ros avesse lasciato la sala anche lei. Era arrivata l'ora tanto attesa dalla filosofa Ros e dall'amico G.. Stavolta, all'unisono, loro due esclamarono: "quando si mangia?".

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Cerchi qualcosa?

Che ore sono?

Che giorno è?

Agosto 2017
DLMMGVS
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031

Suggerimenti

Tag-cloud


Articoli collegati

Spot

Social Media Links

TwitterFacebookFeed

Archivio Post

Directory Blog

BlogItalia - La directory italiana dei blog

Award Winning Voyeurism and Personal Journal Blogs - BlogCatalog Blog Directory

Miglior Blog