Istanbul. 13.a parte. La cena dell'ultima sera

Cena al ristorante musulmanoL'indomani, i 4 amici viaggiatori avrebbero lasciato Istanbul, più ricchi di ricordi, di risate, di amicizia consolidata, di qualche cianfrusaglia...e di qualche figurella! La filosofa Ros, nella sua intensa vita, ha accumulato infatti notevoli abilità nel farsi ricordare dalla gente per insolite situazioni. In questo caso fu coadiuvata magistralmente dall'amica finta turca A..

I 4 scelsero il locale per un'ultima, memorabile, cena di saluto ad Istanbul. L'amico G. ci vedeva doppio dalla fame, ma anche il marito M. e le signore non scherzavano affatto!

I 4 si accomodarono. La filosofa Ros e l'amica finta turca A. iniziarono a sghignazzare come due sceme già all'arrivo dei menu. Dopo un veloce consulto, le donne presero la parola e ordinarono...birre per tutti! Ora, in un ristorante musulmano già il fatto che fossero le donne a prendere la parola, fu sicuramente considerato alquanto riprovevole, ma chiedere alcolici fu giudicato malissimo! Rassegnatesi con un po' di stizza, le due amiche ripiegarono sul cibo e scelsero la metà di ciò che c'era scritto nel menu.

Una volta arrivati i piatti, cominciarono a darci dentro senza ritegno, né rispetto del galateo. Il cibo si passava da un piatto all'altro e si commentava ad alta voce. I mariti M. e G. le guardavano e si dicevano che se fossero usciti con due camionisti bruti avrebbero fatto una figura migliore. Le due giù a ridere e a mangiare.

L'affamato G. puntò una coscia di pollo e fece per prenderla. La filosofa Ros e l'amica finta turca A. in calabrese/turco lo ghiacciarono all'istante e gli sottrassero la coscetta. L'amico G., affranto per il furto subito, le guardò storto per il resto della serata. Ecco come farsi nemico l'amico G..

Le due donnine erano incontenibili. Ormai rideva l'intero locale, compresi i camerieri. Il marito M. confessò che avrebbe voluto abbandonare il ristorante già alle prime portate e sostenne che alle due il troppo tè non aveva giovato sicuramente.

Giunti al termine della cena, ai due mariti fu portato il conto. Tutt'e due dissero in coro: "non datelo a noi ma alle nostre mogli...tanto, sono loro che comandano in casa...!". I camerieri, turchi e musulmani, non espressero commenti ma li potemmo immaginare.

La filosofa Ros e l'amica finta turca A. risero fino alle lacrime. I mariti un poco meno.

P.S.: ho letto il post al marito M. prima di pubblicarlo. Ha commentato: "che tristezza...!". Arguisco che non l'ha mandata ancora giù la figurella turca della moglie filosofa Ros. Hihihi...!

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Cerchi qualcosa?

Che ore sono?

Che giorno è?

Agosto 2017
DLMMGVS
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031

Suggerimenti

Tag-cloud


Articoli collegati

Spot

Social Media Links

TwitterFacebookFeed

Archivio Post

Directory Blog

BlogItalia - La directory italiana dei blog

Award Winning Voyeurism and Personal Journal Blogs - BlogCatalog Blog Directory

Miglior Blog