Stoccolma. 1.a parte. La partenza dalla cittadina di A.

Ostia lidoLo scorso agosto, la filosofa Ros e il marito M. decisero che era arrivato il momento di fare un salto in nord Europa ed espiare così indicibili colpe, vivendo 5 giorni a stretto contatto con una popolazione giovanissima e bellissima, altissima e magrissima, tonicissima e pure cordialissima. Il tutto in una città meravigliosa, dove pure l'acqua del porto è cristallina, e il senso civico raggiunge vette che noi nemmeno immaginiamo.

Siccome il masochismo è coltivato anche in famiglia, la socia/sorella e suo marito, il cognato R. in pubblico Bubbino in privato, vollero affrontare anch'essi questa forte esperienza di vita e tornare così in patria sollevati da un bel po' di karma negativo.

Dopo i saluti a colleghi, clienti, genitori e amici, i 4, chiusi i battenti del Tempio della Bellezza e del Benessere, si diedero appuntamento la mattina seguente per la partenza verso la capitale e il suo gigantesco aeroporto.

In casa degli affiatati coniugi fu inscenato il solito siparietto per la preparazione del bagaglio, che vede la filosofa Ros aprire e richiudere le valigie una decina di volte e dimenticare puntualmente qualcosa di necessario. Dopo svariate ore, si giunse alla definitiva chiusura dei trolley.

La mattina seguente, la filosofa Ros e il marito M. si presentarono puntuali all'incontro con un solo trolley a testa e si terrorizzarono alla vista del bagaglio dei compagni di viaggio. La svampita Ros fu ovviamente assalita anche dall'ansia, ritenendo di avere certamente omesso qualcosa di indispensabile al soggiorno, visto il suo esiguo bagaglio. La socia/sorella la rassicurò; lei aveva pensato a tutto, dal phon per capelli al piumino in caso di freddo, mentre il cognato R. in pubblico Bubbino in privato, non necessitando del phon, aveva riempito un intero borsone con un armamentario fotografico degno di un reporter del National Geographic.

Ostia anticaArrivati nella capitale, i 4 smollarono il bagaglio nell'hotel prescelto e, sentendosi già in vacanza, se ne andarono a spasso per Ostia, Ostia antica, Ostia moderna, Ostia mare e Ostia lungomare. Ostia insomma non ha più segreti per i 4 viaggiatori che, la prossima volta, potranno fornire indicazioni stradali a turisti, italiani e stranieri, senza tentennamenti.

La filosofa Ros, al tramonto, aveva già trasferito la residenza nella sua spettacolare ed entusiasmante realtà parallela e ultimato il trasloco con gli ultimi oggetti.

Si avvicinava l'ora di cena. A questo punto apro una parentesi. Bubbino, a ore pasti, somiglia molto all'amico G. e alla cognata Ros, ossia dilata la pupilla, inizia a deglutire nervosamente e si guarda attorno in cerca di cibo, verso il quale si dirige senza indugi. Si dà il caso che la filosofa Ros, prima di partire, aveva scovato un posticino niente male...

Per la seconda parte, clicca quì

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Cerchi qualcosa?

Che ore sono?

Che giorno è?

Aprile 2017
DLMMGVS
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30

Suggerimenti

Tag-cloud


Articoli collegati

Spot

Social Media Links

TwitterFacebookFeed

Archivio Post

Directory Blog

BlogItalia - La directory italiana dei blog

Award Winning Voyeurism and Personal Journal Blogs - BlogCatalog Blog Directory

Miglior Blog