Danzica. La terza tappa del viaggio di Ros in Polonia

DanzicaCare amiche e amici, qualcuno di voi avrà pensato che gli affiatati coniugi si siano fermati a Varsavia per più di quattro giorni a godersi ancora un po' questa splendida città, e magari continuare a dare fondo al buffet stratosferico del loro chic-cosissimo albergo :-D. E invece no.

I due sposi il quinto giorno hanno preso un ennesimo treno che li ha condotti alla loro tappa successiva: Danzica, sul Baltico.

Dopo ben 5 ore di viaggio, ecco stagliarsi in tutta la sua maestosità il Castello di Malbork, la fortezza dei Cavalieri Teutonici sul fiume Nogat, tutto in mattoni rossi. Il treno rallenta quando si giunge nei pressi del castello e sembra quasi di entrarci dentro, tanto sono vicini i binari dalla struttura.

Dopo un'altra ora di treno gli sposi finalmente sono arrivati nella stazione della città e con un comodo ed economicissimo taxi, hanno raggiunto il loro piccolo hotel, situato proprio fuori le mura cittadine.Fortezza di Malbork

Ecco, quì la Ros-sastra deve aprire una parentesi. Durante la permanenza in questo albergo, per il quale i due avevano trovato un'offerta imperdibile in rete, lei ha capito che ormai ama le comodità e forse, complice l'età (ahahah...ops...sigh sigh...;-D), non riuscirebbe più, come ha fatto in passato, a dormire in un sacco a pelo sotto il cielo stellato (leggi: all'addiaccio), su una nave diretta in Grecia o in Sicilia, praticare il campeggio, come ha fatto a 20 anni, o dormire in una camerata con altre 5 donne sconosciute, su una brandina con materasso piuttosto malconcio e scarsamente pulito (per essere corrette: pulcioso. In quel caso prima di dormirci la filosofa ci spruzzò un intero flacone di anti pulci) in India.

Westerplatte, vista dal battelloHa ormai dedotto però anche un'altra cosa. Lei nei 5 stelle non si trova proprio a suo agio. Certo, il cioccolatino sulla federa è apprezzabile, l'accappatoio con la sigla in petto fa tanto "signora", i fiori in camera con il biglietto di benvenuto sono gesti carini, l'aggiornamento meteo trovato ogni giorno è utile, ma...farsi portare i bagagli, tra cui una valigia/bestia di 200 chili, da un signore che poteva essere suo padre, proprio non le è andata giù.La Gru di Danzica

Quando gli affiatati coniugi prendono possesso di una camera, come forse qualcuno di voi ha letto in qualche altro post, di solito bastano dieci minuti perchè sparpaglino le loro cose in ogni metro quadrato del locale, trasformando asettiche stanze in caratteristiche dimore filosofiche. Bene, il primo pomeriggio trascorso a Danzica in cui i due sono rientrati dal loro giro per una doccia prima di cena, hanno trovato tutto in ordine, le tende chiuse, gli abiti lasciati sulla sedia (ehmmm...lanciati sulla sedia :-D) ben piegati...dopo un attimo di incredulità e timore di aver sbagliato stanza, cosa non del tutto improbabile per una svampita come Ros, lei è entrata in ansia e ogni volta che usciva rimetteva sempre tutto al suo posto. Troppo stress...! Meglio i 4 stelle, belli, puliti e meno formali, più adatti ad una tizia che vuol star bene ma che è pur sempre una rusticona :-).

I bellissimi edifici nel centro storico di DanzicaChiusa la parentesi, veniamo alla città.

Per cosa è conosciuta Danzica? Sui libri di storia viene citata tante volte perchè nel 1361 entrò nella Lega Anseatica, la famosa associazione commerciale di città sul Baltico, e accrebbe il suo potere economico fino a divenire il porto più grande del paese e un importante centro di commercio del grano e del legno, oltre che di produzione artistica e artigianale. Ancora oggi Danzica è famosa per avere uno dei tre cantieri navali più grandi del mondo e per i suoi bellissimi gioielli di ambra. La Ros ha ricevuto in regalo da suo marito un paio di orecchini che la fanno sembrare una donna di classe e che sono quindi magici, ahah :-D.Lapide commemorativa di Padre Jerzy Popieluszko nella Chiesa di S. Brigida

Tornando serie... Danzica è ricordata anche per essere stata il luogo dove furono sparati i primi colpi della Seconda mondiale, infatti, durante una gita in battello lungo la foce del fiume Vistola, si può guardare la Fortezza e il monumento ai 182 caduti di Westerplatte, il cui eroismo è diventato un simbolo della resistenza polacca nella lotta contro l'occupazione nazista. Anche Danzica fu distrutta durante la guerra ma un programma di ricostruzione postbellica ha recuperato molti dei suoi edifici, situati tutti nel centro cittadino, restituendole il suo fascino e facendo sì che tornasse ad essere tra le città più belle del nord Europa.

Monumento alle vittime dell'Ufficio PostaleGuardando la Porta Verde, un edificio in stile manierista ed ex residenza reale che serviva anche come accesso alla città, sulla destra potrete ammirare un famoso monumento di Danzica, la Gru, una delle più interessanti strutture meccaniche medievali conservate e unica nel suo genere. Costruita in legno nel XIV secolo svolgeva la duplice funzione di porta della città e gru portuale. Distrutta da un incendio nel 1945 è rientrata nel piano di ricostruzione e oggi fa parte della collezione del Museo Centrale del Mare.

Il centro storico della città è visitabile a piedi in poche ore e gli affiatati coniugi l'hanno girato in lungo e in largo, entrando anche nella bellissima Chiesa di Santa Maria e studiando, ad uno ad uno, gli splendidi edifici del Mercato Lungo, di Via Dluga e di via Mariacka, le vie più suggestive di Danzica, ossia il Municipio e il Palazzo di Artù, la Casa d'Oro, Casa Uphagen, fino ad arrivare alla Porta d'Oro, simbolo dell'età del massimo splendore cittadino, e alla Torre della Prigione, oggi sede del Museo dell'Ambra.Sopot, cittadina termale sul Baltico

Un'altra visita interessante è stata quella ad un altro luogo simbolico per il popolo polacco, ossia l'Ufficio Postale, attaccato il primo giorno di guerra dai tedeschi e dove ben 38 persone, dopo una strenua resistenza, persero la vita. Il monumento dedicato ai caduti ci mostra un dipendente ferito che consegna la sua arma a Nike, dea della vittoria.

Nei due giorni seguenti i due infaticabili sposi si sono spinti ben oltre le mura, per scoprire altri angoli bellissimi della città, per visitare anche i monumenti al di fuori, come la Cattedrale di Oliwa, quartiere della zona nord-occidentale di Danzica, il Grande Mulino, oggi riconvertito in centro commerciale :-( e la Chiesa di S.Brigida, conosciuta negli anni '80 come luogo di culto e di riunione dei membri di Solidarnosc, dove c'è il monumento a padre Jerzy Popieluszko, ucciso nel 1984 da tre funzionari del ministero dell'interno durante il regime comunista.

Danzica illuminataL'ultimo pomeriggio a Danzica, dopo ben dieci giorni di tempo splendido, è iniziato ad annuvolarsi e a fare qualche pioggerella. Il maltempo non ha però fatto desistere i due viaggiatori dal seguire il loro serrato programma che li vedeva fare un saltino sul mare, a Sopot, la stazione climatica più famosa della costa baltica. Peccato davvero per il tempo perchè la cittadina è molto carina e passeggiare con il sole sul molo e sulla banchina, la più lunga d'Europa, sarebbe stato decisamente meglio. Ma niente paura, Ros ha potuto anche concedersi un'ennesima sosta nel Coffee Heaven locale, mecca e luogo di perdizione filosofico, dove gustarsi dolci magnifici, latte aromatizzato e mitici cappuccini. Se aprisse questa catena anche in Italia la Ros-sastra inizierebbe a rotolare per strada, ahahah, e senza alcun senso di colpa ;-)!Altra immagine notturna di Danzica

Ritornati in hotel per l'ultima notte nel lusso :-D, i due si sono regalati una passeggiata pseudo notturna lungo le vie del centro, finalmente tranquillo, senza bancarelle e una marea di persone ad invadere le deliziose strade. Una magnifica Danzica illuminata, tutta per loro.

Il giorno seguente li attendeva un altro viaggio in treno per visitare un piccolo gioiellino polacco, dove avrebbero sostato per una notte, prima di tornare a Varsavia e ripartire per l'Italia.

Buonanotte :-D e alla prossima tappa!

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Cerchi qualcosa?

Che ore sono?

Che giorno è?

Aprile 2017
DLMMGVS
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30

Suggerimenti

Tag-cloud


Spot

Social Media Links

TwitterFacebookFeed

Archivio Post

Directory Blog

BlogItalia - La directory italiana dei blog

Award Winning Voyeurism and Personal Journal Blogs - BlogCatalog Blog Directory

Miglior Blog