Viaggi, scampagnate e gitarelle

Cracovia. La prima tappa del viaggio di Ros in Polonia

Rynek Glowny, la più grande piazza medievale d'Europa a Cracovia"Perchè la Polonia?". Questa è stata la domanda più comune posta da coloro a cui gli affiatati coniugi comunicavano la meta delle vacanze. La risposta che a loro due veniva spontanea era: "perchè no?".

La Polonia è una bellissima nazione, in ascesa, curata, pulita, con tanti luoghi splendidi da visitare e con un clima rilassato e cordiale. E' un paese che, con grandissimo orgoglio, sta ricostruendo il suo enorme patrimonio culturale, componendo i tasselli di una memoria storica che il secondo conflitto mondiale ha tentato invano di cancellare.

La Ros londinese

Tower BridgeDeliziose amiche/amici, oggi la Ros vuole raccontarvi un po' i suoi giorni londinesi, lasciarvi qualche fotografia e un paio di aneddoti sulla vacanza.

Come sapete, gli affiatati coniugi sono partiti con gli amici calabresi purosangue, coppia collaudata sul fronte viaggi e soprattutto sotto il profilo dello "gnamming". Cene indimenticabili costellano le loro avventure fuori dall'Italia. A pensarci bene...anche quelle nell'ameno comune di S., cittadina di A. non sono da meno ;-D.

Il castello di Windsor e l'Ordine della Giarrettiera

Il Castello di Windsor, uno degli ingressiLa prima giornata trascorsa sul suolo britannico, come la viaggiatrice Ros vi aveva già anticipato nel precedente post su Stonehenge, è stata all'insegna di incursioni fuori Londra, per visitare il Castello di Windsor e la cattedrale di Salisbury.

Windsor si trova nella contea del Berkshire e se non fosse la sede del Castello, probabilmente sarebbe solo un delizioso paesino, con tanto verde e case con giardino.

La Ros ci vivrebbe all'istante.

"Ehi, Merlino...quando mi insegni a spostare gli oggetti con la magia? E dai...che ti costa? A Stonehenge sei stato bravissimo...!"

StonehengeCari amici e amiche, la Ros ieri sera avrebbe voluto pubblicare un post a caldo, subito, immediatamente, appena entrata in casa...invece è planata nel comune di S., cittadina di A., casa coniugale, in stato comatoso e con la prospettiva di riprendere il lavoro il giorno dopo. Il che non è mai bello, perchè ci vorrebbe una piccola vacanza dopo un viaggio. Non vi pare?

Un marito non a caso :-D ha regalato alla sua sposa, per l'anniversario di matrimonio che festeggeranno fra tre settimane circa, un viaggio in una città che la suddetta mogliettina aveva visitato tanti anni fa, in un solo giorno, quindi vedendo una cippa e spendendo una fortuna, durante un transito verso gli Stati Uniti.

Ros e la Gippippa

indianapippsOre 19. Isola di Gozo, arcipelago maltese, primo giorno di vacanza.

La Ros, molto in tiro, abbronzata, magra, abitino estivo svolazzante e notevole sgnacchera. Parecchi anni fa, ovviamente.

Dopo la cena, lei e la sua amica cercarono un autobus che le conducesse in città, a Victoria, capoluogo dell'isola. Salirono in quattro. L'autista le guardò perplesso, mise in moto e si incamminò.

"Accidenti, quanto è polverosa questa strada" le disse l'amica V..

"Per forza è polverosa, è uno sterrato. Ma hai visto che le strade asfaltate sono pochissime?".

La Madonna del Parto a Monterchi e Isola Maggiore nel Lago Trasimeno

La Madonna del Parto di Piero della FrancescaQuando la scorsa estate la filosofa Ros sgambettava pimpante nella bassa Toscana, durante la sua vacanza culturale, spesso tirava fuori dalla borsa il suo taccuino e dava il tormento al povero maritino affinchè si dirigesse da una parte o dall'altra della regione, per spuntare l'elenco dei posti da visitare assolutamente.

La viaggiatrice Ros oggi vi vuole segnalare due luoghi dove, secondo lei, bisogna andare almeno una volta nella vita, per motivi differenti ma ugualmente importanti.

Il primo è il borgo di Monterchi, a circa venti chilometri da Arezzo.

Aboca Museum a Sansepolcro, il Museo delle Erbe

Il Museo delle Erbe: i mortaiLo scorso agosto, dopo aver trascorso 5 giorni fra Colonia, Bonn e Aquisgrana, gli affiatati coniugi si sono concessi una brevissima pausa nella loro casa allo scopo di risistemare il bagaglio, strapazzare di baci il minuscolo nipotino L. e caricare la macchina, per poi correre verso la Toscana, quindi verso i tartufi, la Finocchiona, i vigneti di Sangiovese, i crostini, i tornei, le contrade, la panzanella e l'amico Piero (della Francesca).

Gli sposi hanno gironzolato per una settimana, mano nella mano, sfaccendati e spensierati, portandosi dietro solo le guide e la macchina fotografica.

Bonn e Ludwig van Beethoven

Casa di Ludwig van BeethovenL'ultimo giorno di vacanza i due viaggiatori sono stati indecisi un bel po' prima di stabilire che Bonn forse avrebbe meritato una visita.

La Ros-sastra, temendo che anche questo treno potesse essere pulcioso, per fortuna sua ma soprattutto del suo sposo, dopo accurata ispezione dichiarava anche ai vicini di seduta che il mezzo era a posto, rassicurando tutti sull'igiene, anche un tizio sudicissimo seduto poco lontano.

Dal quel momento lei ha viaggiato serena per i trenta minuti circa che dividevano Colonia dalla loro meta.

Aquisgrana: un caffè e quattro chiacchiere a casa di Carlomagno

La cattedrale di AquisgranaL'hotel degli affiatati coniugi si trovava in una posizione strategica, sia per la visita della città di Colonia che per spostarsi in altre zone, perché loro, quando rivoltano Internet come un pedalino...son proprio bravi!

La stazione ferroviaria, infatti, a pochi minuti di distanza, ha consentito ai due viaggiatori di fare un'incursione in una città situata proprio al confine con il Belgio e i Paesi Bassi, una città importante per il suo passato e per la sua famosissima Cattedrale: Aquisgrana.

Colonia, tra sacro e profano

Interno del Duomo di ColoniaEcco i due affiatati coniugi alla loro prima giornata a Colonia...chilometri macinati sotto al sole, occhi irrefrenabili, pronti a guardare ovunque, e camminate a ostacoli per scansare gli infiniti lavori in corso per le strade, tra cui un paio di scavi archeologici.

La prima sosta non poteva che essere l'interno del Duomo. La Ros-sastra, senza bagaglio da dimenticare da qualche parte, era distesa e spensierata. Il marito M. pure. Un pensiero in meno anche per lui, ossia non controllare a vista quella svampita che ha sposato.

Entrare nel Duomo di Colonia è un'esperienza da lillipuziani perchè l'interno è gigantesco oltre che bellissimo.

Cerchi qualcosa?

Che ore sono?

Che giorno è?

Settembre 2017
DLMMGVS
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

Suggerimenti

Tag-cloud


Spot

Social Media Links

TwitterFacebookFeed

Archivio Post

Directory Blog

BlogItalia - La directory italiana dei blog

Award Winning Voyeurism and Personal Journal Blogs - BlogCatalog Blog Directory

Miglior Blog